San Pietro al Natisone


Le localitÓ




San Pietro al Natisone

San Pietro al Natisone è considerato, per numero di abitanti e per densità di superficie, il capoluogo delle Valli del Natisone.Le tracce umane più antiche sono state scoperte nella frazione di Biarzo, dove scavi recenti, eseguiti in una grotta, hanno portato alla luce manufatti risalenti al paleolitico superiore ed al neolitico. Passaggio obbligato per quanti in antichità volevano recarsi nelle regioni del medio-Danubio, S. Pietro al Natisone rappresentò specie in epoca longobarda e patriarchina un punto strategico di grande importanza. La valle nella quale sorge l'abitato, con i suoi terrazzamenti, le balze e le forre scavate dal fiume Natisone, offre allo sguardo del visitatore tutte le fasi di un processo geologico lungo e complesso. Innumerevoli sono le possibilità offerte agli amanti dell'escursionismo e dell'enogastronomia locale con particolare riferimento ai dolci tipici: strucchi e gubana.

Raccontare gli avvenimenti più importanti del luogo significa narrare il susseguirsi di invasioni da parte di più popoli. Le prime popolazioni colonizzatrici con un nome proprio furono quelle dei Veneti (intorno al IX secolo a. C.), alle quali seguirono i Celti e i Romani. Nel V secolo giunsero dall'est nuovi invasori: via via furono i Visigoti, gli Ostrogoti, gli Unni e i Goti. Con i Longobardi, che varcarono le Alpi orientali nel 568, si raggiunse una fase di relativa stabilità. Dal VII secolo si registra la colonizzazione degli Slavi che fu stabile, graduale e duratura. Il territorio fece in seguito parte della gastaldia di Antro (feudo del Patriarcato di Aquileia) e la conservazione dei caratteri etnico-culturali di origine slava fu favorita dalla continuità territoriale con la gastaldia di Tolmino e la contea di Gorizia.Nel XV secolo la zona passò sotto il dominio della Repubblica di Venezia e dal XVIII secolo si succedettero l'occupazione napoleonica e austriaca.
Dal 1866 il territorio di San Pietro fa parte dello Stato Italiano.

Fra i principali beni culturali meritano una visita la Chiesetta di Sant'Antonio abate nella frazione di Clenia, nella quale si possono ammirare alcuni affreschi trecenteschi, la Chiesetta di San Quirino e la Chiesa di San Bartolomeo a Vernasso

Sito del comune: http://www.comune.sanpietroalnatisone.ud.it